All for Joomla All for Webmasters
Quotidiano Sanita2

L’obiettivo, ha detto l’assessore, in visita all’Istituto, è “dare voce al ruolo sociale, alle complessità cliniche, e ai problemi ai quali qui date una risposta”. Il Dg: “Offriamo prestazioni per le quali è necessario garantire adeguate risorse che possano sostenere l’importanza delle cure in odonto-stomatolgia, non sempre correttamente valorizzate o comprese”.

“L’Istituto Stomatologico Italiano svolge un ruolo importante per il territorio e la sua specificità è riconosciuta da tutti. Ecco perché è mia intenzione aprire nelle prossime settimane un tavolo in Regione che riesca a dare voce al ruolo sociale, alle complessità cliniche, e ai problemi ai quali qui date una risposta”. Queste le parole dell’assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera, in visita all’Istituto Stomatologico Italiano di Milano (ISI). Le dichiarazioni di Gallera sono sintetizzate in una nota diffusa dall’Istituto.

“Qui – ha spiegato nel corso della visita il presidente della struttura Onlus, Andrea Edoardo Bianchi - attraverso il progetto Ado (Accesso Disabilità cure Odontoiatriche), ci occupiamo quotidianamente di pazienti fragili, alcuni dei quali con gravi problemi psichici. Persone che, ancora prima di essere curate, hanno bisogno di seguire un particolare percorso che spesso non trova risposta negli ambulatori odontoiatrici del territorio. Un sentiero che permette di intervenire su pazienti che hanno bisogno di essere talvolta sedati e di avere a disposizione percorsi protetti in sale operatorie, in modo da ricevere prestazioni sanitarie in totale sicurezza”.

Prestazioni sanitarie per le quali, nelle parole del direttore generale, Dario Seghezzi “è necessario garantire adeguate risorse che possano sostenere l’importanza delle cure in odonto-stomatolgia, non sempre correttamente valorizzate o comprese. Ecco perché il tavolo proposto dall’Assessore Gallera evidenzia una sensibilità che rappresenta un importante passo per condividere percorsi diagnostico terapeutici utili a rispondere in modo sempre più integrato ai bisogni dei pazienti, tavolo in cui l’Istituto Stomatologico Italiano può portare un’esperienza maturata in una storia clinica che ha più di cent’anni”.

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS FeedShare on Google+